Questo sito web utilizza cookie tecnici, di analytics, e di profilazione. Se chiudi questo banner acconsenti all'uso dei cookies anche di profilazione.

testata

  • Home
  • Assistenza tecnica
  • Faq

Faq

Consulta on-line le F.A.Q. Scaldabagni Innovita, ad ogni quesito una risposta da parte di personale tecnico qualificato.

 

▼CHE DIFFERENZA C'É TRA UNA CALDAIA E UNO SCALDABAGNO?

Lo scaldabagno produce l'acqua calda per uso sanitario, per riscaldare l'acqua della doccia, dei sanitari e del rubinetto della cucina. La caldaia combinata, produce sia l'acqua calda per il bagno e la cucina, sia quella destinata al riscaldamento ambiente che circola nei caloriferi o nei pannelli radianti.

▼QUALI SONO I VANTAGGI DI UNO SCALDABAGNO ISTANTANEO? ESISTE UN RISCHIO PER IL BATTERIO DELLA LEGIONELLA PNEUMOPHILA?

A differenza di un tradizionale bollitore ad accumulo, nello scaldabagno istantaneo la produzione di acqua calda avviene solo in caso di un’effettiva richiesta. L’acqua non ha bisogno quindi di essere accumulata e non è soggetta ad alcun rischio di formazione del batterio di Legionella Pneumophila. Con uno scaldabagno istantaneo è garantita una maggior salubrità dell’acqua calda, un maggior comfort sanitario ed un effettivo risparmio energetico.

▼I PRODOTTI INNOVITA SONO GARANTITI? PER QUANTO?

La garanzia è conforme alle normative vigenti ed ha validità di 24 mesi dalla data della ricevuta d’acquisto qualora l’acquirente utilizzi il bene per fini estranei alle propria attività imprenditoriale, commerciale e professionale.

Il periodo di validità di garanzia di ogni scaldabagno Innovita ha inizio con l'acquisto del prodotto stesso: fa fede il documento fiscale che ne attesta l'acquisto

▼QUALI DOCUMENTI ATTESTANO LA GARANZIA DEGLI SCALDABAGNI INNOVITA?

A norma di Legge il documento fiscale di acquisto del prodotto ne attesta la garanzia, in particolare la relativa fattura, scontrino fiscale o documento equipollente dal quale risultino la data ed il luogo di acquisto dello stesso.

QUALI DOCUMENTI ATTESTANO LA CORRETTA INSTALLAZIONE DELLO SCALDABAGNO ?

Ai sensi della legge sulla sicurezza degli impianti (rif. Legge 46/90 e D.M. 37/08), necessita la “Dichiarazione di Conformità” rilasciata dall’installatore

 ▼COS’È LA DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ ?
La ‘Dichiarazione di Conformità’ è un documento che certifica l’assunzione di responsabilità da parte della ditta installatrice che certifica di aver realizzato gli impianti a regola d’arte, in conformità alle norme vigenti ed e in totale sicurezza. Il DM 37/08 rende obbligatorio il rilascio della ‘Dichiarazione di Conformità’.

E’ PREVISTA LA PRIMA ACCENSIONE DI UNO SCALDABAGNO ?

No, non è prevista la prima accensione di uno scaldabagno, la cui messa in funzione è prevista dall’installatore stesso.

▼MANUTENZIONE ORDINARIA DELLO SCALDABAGNO INNOVITA: PERCHÉ É CONSIGLIABILE ANNUALMENTE?

Non c’è ancora una legge che obbliga a revisionare lo scaldabagno a gas, ma è buona norma e sicurezza farlo controllare almeno una volta all’anno da un tecnico specializzato (SAT Innovita), il quale verifica il buon funzionamento, l’efficienza e la funzionalità dei dispositivi di sicurezza

Se riscontrate anomalie funzionali, si consiglia di rivolgersi al centro assistenza tecnica (SAT Innovita) più vicino al luogo dove è installato lo scaldabagno.

QUALI DOCUMENTI NECESSITANO TENERE A CORREDO DELLO SCALDABAGNO A GAS INNOVITA?

Lo scaldabagno a gas, che non fa parte dell’impianto termico, deve essere corredato da:

  1. Dichiarazione di conformità, ai sensi della legge sulla sicurezza degli impianti (rif. Legge 46/90 e D.M. 37/08), rilasciata dall’installatore abilitato
  2. Libretto d’uso e manutenzione dello scaldabagno, fornito dal fabbricante e presente all’ interno dell’imballo di ogni Scaldabagno Innovita
  3. ErP Energy label etichetta energetica con i valori di consumo, fornita dal fabbricante e presente all’ interno dell’imballo di ogni Scaldabagno Innovita

COME SI REGOLA LA TEMPERATURA DELL’ ACQUA SANITARIA?

Dal punto di vista del comfort è a discrezione del singolo utente finale. Dal punto di vista funzionale la temperatura corretta è quella che consente l’utilizzo dell’acqua calda sanitaria senza doverla miscelare con la fredda e generalmente si può indicare intorno ai 43 - 45°C. Si ricorda che impostare una temperatura minore comporta un notevole risparmio energetico. Se si desidera una temperatura maggiore è buona norma impostare un valore non superiore a 55°C.

▼DOVE POSSO VISONARE E SCARICARE I DATI TECNICI DEI PRODOTTI INNOVITA?

▼DOVE POSSO VISIONARE E SCARICARE IL LIBRETTO D’INSTALLAZIONE ED USO DEI PRODOTTI INNOVITA?

▼DOVE POSSO VISIONARE E SCARICARE I CERTIFICATI CE DEI PRODOTTI INNOVITA?

▼DOVE POSSO VISIONARE E SCARICARE LE CONDIZONI DI GARANZIA CONVENZIONALE DEI PRODOTTI INNOVITA?